Diocesi: Milano, inaugurato il decimo Emporio della solidarietà. Mons. Delpini, “uno stimolo a uscire dalla povertà”

(foto Caritas Ambrosiana - chiesadimilano.it)

“I poveri vanno aiutati non a restare poveri ma a non esserlo più. La vera solidarietà non crea dipendenza ma permette agli uomini e alle donne di recuperare la propria dignità. L’emporio non è una forma di assistenzialismo ma stimola le persone, attraverso un aiuto nel momento del bisogno, a essere cittadini attivi”. Lo ha affermato ieri mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano, inaugurando a Rho, cittadina di 60mila abitanti alle porte del capoluogo, il decimo Emporio della solidarietà di Caritas Ambrosiana. Realizzato all’interno di un capannone di proprietà della parrocchia di San Paolo, ristrutturato grazie al contributo della Robert F. Kennedy Human Rights Italia, il nuovo Emporio della solidarietà di Rho sarà gestito dalla Cooperativa Intrecci in collaborazione con le Caritas parrocchiali del decanato. “Nei locali riammodernati, le famiglie in condizione di necessità, individuate dai centri di ascolto Caritas e dai servizi sociali del Comune, potranno scegliere tra gli scaffali – puntualizza un comunicato – prodotti alimentari, per l’igiene personale e per la casa, pagando alla cassa invece che con il denaro con una tessera a punti assegnata in base alle loro necessità”. La possibilità offerta alle famiglie di fare la spesa “come se fossero in un qualsiasi supermercato tra un’ampia varietà di prodotti salvaguarderà la dignità e favorirà la responsabilità delle persone”.

“Il monitoraggio costante di operatori e volontari e il collegamento con la rete di servizi, pubblici e privati, permetteranno di avviare chi è in difficoltà verso il superamento dalla propria condizione di bisogno. Mentre le donazioni da parte della Grande distribuzione e gli acquisti realizzati da Caritas Ambrosiana garantiranno un approvvigionamento costante del magazzino”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy